Eckart Muthesius

Dopo aver studiato presso il "Vereinigte Staatsschule fuer Angewandte Kunst" di Berlino e il "Politecnico" di Londra, Eckart Muthesius ha cominciato a lavorare per lo studio di architettura James & Yerbury. Ha lavorato anche con il padre, Hermann Muthesius, fondatore del "Deutscher Werkbund".
Nel 1929 Eckart incontrò ad Oxford il Principe Yeshwant Rao Holkar Bahadur , il futuro Maharajah di Indore. Il Maharajah gli chiese di progettare il suo "palazzo Manik Bagh", che significa "Giardini Gioiello". Nel giro di quattro anni questo palazzo diventò un capolavoro d'arte.
Il Décoratif design degli arredi del palazzo e le lampade sono state progettate da Eckart Muthesius, e sono stati integrati da altri arredi di Eileen Gray, Le Corbusier, Ruhlmann, Louis Sognot, Charlotte Perriand e tappeti da Ivan Da Silva Bruhns. E. Muthesius divenne così architetto ufficiale per la consulenza e per il Consiglio di Pianificazione e Restauro per lo Stato di Indore dal 1939-1936. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, lasciò l'India e fece ritorno a Berlino per lavorare come architetto. Oggi il "Manik Bagh" palazzo è utilizzato come sede centrale del ministero delle Finanze. Gli interni del palazzo sono stati venduti all'asta da Sotheby, Parke, Barnet allo Sporting Hiver, a Monte Carlo nel 1980.
Nel 1997, in occasione del 50 ° anniversario dell'indipendenza indiana, il Werkbundarchiv / Martin-Gropius-Bau di Berlino ha organizzato una grande retrospettiva del lavoro dell' architetto e fotografo Eckart Muthesius.